La Storia di W.A.Van Berkel

Willhelmus Adrianus Van Berkel

 

Willhelmus Adrianus Van Berkel,questo è il nome dell'inventore delle migliori affettatrici del mondo (in primo piano nella foto qui sotto), nato il 02/05/1869 a  Enschot (Paesi Bassi) e morto il 11/11/1952 a Montreux (Svizzera). W.A. van Berkel era un macellaio che per anni ha cercato di coniugare il suo lavoro come macellaio e la sua passione per la meccanica. Un giorno Berkel ha avuto l'idea di costruire una macchina in grado di facilitare il compito di tagliare il salume a fettine sottili. Ha sperimentato per mesi e spesso il tentativo stava per fallire, ma alla fine la sua pazienza è stata premiata. Infine, dopo gli sforzi scrupoloso, ha messo insieme due idee semplici ma geniali: una lama concava, che riproduce esattamente la mano / movimento coltello e un piatto mobile che scorre verso la lama. La prima affettatrice a volano a scorrimento rettilineo è nata, chiamata Berkel modello A. W.A.Van Berkel, tuttavia, non aveva i mezzi necessari per portare la sua macchina in produzione. Egli ha quindi scoperto una tipografia che era sull'orlo del fallimento. Coraggiosamente, si presentò dal proprietario e gli propose di trasformare la tipografia in un laboratorio per la produzione delle sue macchine. La sua idea è stata accettata e così, il 12 ottobre 1898, la società "Brevetti di Van Berkel" nasce. Con W.A. Van Berkel come Direttore Generale, JC Nijgh, PJ van Ommeren e PA Dijixhoorn come direttori. Jhr O. Reuchlin come cofondatore, ma non come direttore. Già nel primo anno, furono prodotte 76 macchine Berkel modello A , tre del Modello B e cinque macchine peciali modello C. Da quel momento la produzione andava sempre in aumento. La produzione non si limitò solo a affettatrici per carne, ma fu estesa a macchine per il taglio del pane e bilance a partire dal 1918 con la produzione diretta della Berkel modello A. Durante la guerra 1914-1918 la necessità per gli aerei è sorta , quindi nel 1917 viene brevettato il primo aereo e viene prodotto nella fabbrica Keileweg dove sono stati prodotti monoplani e biplani. La storia dei brevetti di Van Berkel è proseguita con una serie di nuove fabbriche che si apre in tutto il mondo, da S.A. des Brevet van Berkel a Bruxelles - The Auto Scale & Slicing Machine a Milano - Berkel e Parnalls Slicing macchine Mfg Co. Ltd in Ponders End, Middlesex nel 1918 - The Auto Scale Co. Ltd Berkel a Londra nel 1933 - S.A. Francaise des brevet van Berkel a Parigi nel 1911, poi anche in Lione-Van Berkel's Patent a Copenhagen nel 1909 - Van Berkels Patent a Oslo - Van Berkels Patent a Stoccolma nel 1911 - Commercial Berkel SA a Barcellona nel 1919 - S.A. Sud Americana Van Berkel a Buenos Aires nel 1905 - Berkel AG di Zurigo nel 1909 - nel maggio del 1909 presso la sede della U.S. Slicing Machine , inizialmente in Chicago, Illinois, si preoccupava dell'esclusiva importazione delle affettatrici e bilance a marchio Berkel, successivamente nel 1912 a La Porte Indiana, inizia la produzione direttamente negli Stati Uniti e termina lo spostamento agli inizi del 1914- Nella sede della Hobart Manufacturing Co. di Toronto conosciuto come Berkel Products Company LTD nel 1929, Canada - e nel corso degli anni sono stati aperti stabilimenti in Germania, Austria, Cecoslovacchia , Egitto, ecc.ecc. La produzione affettatrici varia per dimensioni e modalità di funzionamento: in continua evoluzione, iniziando dalle affettatrici a leva (mod. A) seguendo con modelli più recenti (Mod.H) fino ai modelli a volano (Mod.C - Mod.D - Mod.L) e modelli con azionamento a spinta (Mod.B - alle più recenti Modelli B1-B2-BB1-BB2) dal semi-elettrico a quelli elettrici, a quelli dotati di un dispositivo prendi fetta , ma in ogni caso sempre si è rivelato essere i migliori affettatrici del mondo, nonostante i tanti tentativi di imitazione del prodotto realizzato da tutte le altre fabbriche. W.A. Van Berkel è stato in grado di produrre qualcosa di immortale, che è ricercato in tutto il mondo per essere riportato al suo stato originale; le affettatrici Berkel sono davvero un bell'oggetto esclusivo ambito da molti, queste macchine hanno fatto la storia di oltre cento anni e aumentano di valore nel tempo.

 

D.R.G.M. e D.R.P

 

L'acronimo D.R.G.M. con o senza segni di punteggiatura per Deutsches Reichsgebrauchsmuster, il che significa che il design o la funzione di un oggetto è stato registrato ufficialmente in tutti gli stati della Germania e non solo registrato localmente come avveniva prima dell'introduzione della registrazione centralizzata. Si noti che molte persone citano questo acronimo come in piedi per Deutsches Reich Gebrauchsmuster, che è grammaticalmente sbagliato e anche ommits la lettera "s" dopo Reich. Ciò si traduce nello spostamento da solo del peso della pronuncia sul "Deutsches Reich", ma questo acronimo non ha nulla a che fare con il Terzo Reich come molti venditori vogliono implicare in modo da attirare l'attenzione di certi "collezionisti". D.R.G.M. la registrazione fu introdotta nel 1891 e se si frequentano gli oggetti si dovrebbe tenere a mente che anche durante l'occupazione alleata fino al 1949, le procedure di registrazione rimanevano intatte e utilizzavano ancora il D.R.G.M. documenti di registrazione, che ovviamente spiega perché D.R.G.M. i marchi possono essere trovati su prodotti effettivamente fabbricati fino al 1952, in quanto la registrazione stessa era valida per tre anni. A partire dalla fine di ottobre 1952, tutte le registrazioni sono state contrassegnate in modo definitivo con "Deutsches Bundesgebrauchsmuster" (D.B.G.M.) o semplicemente con "Gebrauchsmuster" o "Gebrauchsmusterschutz", vedi sotto. Come già notato, il D.R.G.M. la registrazione offriva una protezione di base del copyright per la durata di tre anni e includeva il diritto di indicare lo stato dell'articolo contrassegnando gli articoli registrati con il D.R.G.M. acronimo. È stato lasciato al proprietario della registrazione di includere il numero di registrazione come D.R.G.M. segnare da solo era l'elemento con carattere legale. Il risultato effettivo di tale registrazione (la forma di protezione) era chiamato Gebrauchsmusterschutz. D.R.G.M. i prodotti registrati sono stati protetti sia per il loro modo di uso previsto o design solo e questo non ha incluso la protezione del brevetto. I diritti di brevetto sono stati garantiti richiedendo un Deutsches Reichspatent (D.R.P.), quindi, anche se molte persone usano il termine "D.R.G.M-Patent", è in realtà sbagliato. Il motivo di questa confusione era che il D.R.G.M. la registrazione in linguaggio colloquiale era anche conosciuta come "kleines Reichspatent" che significa letteralmente "piccolo brevetto imperiale" ma in realtà era inteso come "brevetto dei poveri" e prendeva in giro il fatto che molti produttori non potevano permettersi le tasse necessarie per registrare un intero brevetto. Si dovrebbe tener conto del fatto che le tasse di registrazione dei brevetti tedeschi (come è stato apertamente criticato durante l'anno 1906) dove due volte e mezzo più alte che in Inghilterra - e 36volte più alte che negli Stati Uniti.

 

 

 

 

THE WORLD'S BEST SLICERS ®

Piacenza (PC) – Italy
Proprietario: Giorgio Maschi
Telefono: +39.347.4616798
info(@)twbs.de
P. IVA / VAT Code: 01464140332

Commons Attribuzione

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.

Trademarks

Tutti i marchi citati in questo sito internet sono di proprietà dei rispettivi depositari, quindi l’utilizzo dei suddetti marchi in descrizione o foto è semplicemente esemplificativo per la presentazione dei prodotti elencati ai fini del restauro e la vendita .

Copyright

Il marchio WBS è di propietà della ditta "The World's Best Slicers" Tutte le immagini e decorazioni sono depositate e protette da Copyright quindi perseguibili legalmente.